Solo nel momento del bisogno

schiavi_del_sistema

Solo nel momento del bisogno, quello vero, scopriamo qualità di noi stessi fino ad allora ignorate. Solo quando per uscire da una certa situazione, in cui abbiamo vissuto per molto tempo, cerchiamo nuove risorse  al nostro interno, allora le possiamo scoprire. Qualcuno, magari, ne ha già fatto conoscenza in passato, quando vi ha ricorso per necessità, ma la routine giornaliera, assieme alla nostra complicità, crea assuefazione con le sue ripetizioni e i suoi problemi, quasi sempre uguali nella sostanza (con qualche piccola variazione che dià l’impressione della novità, ma giusto un velo). E così quella qualità che “era venuta fuori”, in una particolare – appunto – circostanza e che si era rivelata così preziosa, finisce nel dimenticatoio, atrofizzandosi per inutilizzo.

Penso che il momento del bisogno, quando si vive all’interno del sistema che è portatore di tutti quei meccanismi che assorbiamo negli anni e che inducono a rimuovere fatalità, imprevisti e la novità (quella vera, non quella spacciata come tale), non si riveli tanto facilmente: la società offre già tutta una serie di risposte ai problemi che si creano, esonerandoci dal cercarle autonomamente dentro di noi e liberandoci da un lavoro che condurrebbe, se intrapreso, a due risultati positivi: l’essere costretti a escogitare la nostra soluzione che, a differenza di quella che il sistema offre, è più adatta a noi proprio perchè ci appartiene, e approfondire la propria conoscenza perchè, per trovare la soluzione, percorriamo vie nuove o dimenticate, ricorrendo a quelle risorse trascurate o addirittura sconosciute che ci consentono di elaborare ed esprimerci in una modalità unica e originale, in quanto sviluppata a partire da noi stessi.

In pratica, il sistema oggi più che mai accerchia l’individuo ed esercita la propria attrattiva proprio perchè offre percorsi già sperimentati e sicuri… ma solo all’interno del sistema stesso e dei suoi limiti. Si tratta di limitarsi a scegliere fra una serie di possibilità, di cui si conoscono già gli sviluppi; una via molto comoda per molti, soprattutto quando le cose funzionano, ma che de-responsabilizza le persone rendendole sempre più dipendenti e incapaci, di fatto, di pensare autonomamente.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in altro, libertà e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...