Unire due punti

lento viaggiare

L’esperienza moderna del viaggio è qualcosa di totalmente diverso da quella del passato. Questa differenza è dovuta all’evoluzione tecnologica che ha modificato profondamente l’approccio ad esso. Se prima, infatti, per raggiungere un luogo si poteva contare solo sulle proprie forze o su mezzi lenti (un carro trainato da un cavallo, una barca a vela, oppure più recentemente un treno a vapore), dal dopoguerra in avanti ci siamo ritrovati con un ventaglio di possibilità sempre più ampio e fruibile: treni ad alta velocità, automobili ad elevate prestazioni e relative infrastrutture autostradali, aerei dai prezzi del biglietto decisamente accessibili, e così via.

Oggi per raggiungere una meta lontana possono bastare poche ore di volo, mentre prima erano necessari giorni se non addirittura mesi. Ciò viene considerato un fatto assolutamente positivo, perchè all’interno del sistema in cui viviamo il tempo è una risorsa preziosa che non va sprecata, strettamente correlata al denaro. Si pensi al mondo del lavoro e della produttività: l’opportunità di concludere un affare dall’altro capo del mondo nel giro di mezza giornata è qualcosa che, decenni fa, era solo immaginabile e, prima ancora, non era neppure pensata, probabilmente.

Questo sistema, centrato sulla velocità e l’efficienza, ormai si è esteso anche al viaggio di piacere o turistico. La possibilità di ritrovarsi in una meta esotica, in una città d’arte o dovunque si voglia nel giro di qualche ora, semplicemente acquistando un biglietto aereo a prezzo scontato, è un’occasione irresistibile, perfetta per dare sfogo al nostro bisogno di evasione.

Tuttavia considero questo approccio più simile ad un precursore del teletrasporto che ad un viaggio. L’idea di trasferirsi da una località all’altra, come se quello che c’è in mezzo non contasse nulla, semplicemente unendo due punti con una linea rappresentante la tratta aerea è, sostanzialmente, un banale “cambiare aria” per un po’ di tempo, un andare a curiosare dall’altra parte per scoprire come va, un aprire una parentesi, ottenere il grado distrazione voluto e richiuderla.

In un vero viaggio, invece, ciò che è racchiuso fra l’inizio e la fine è quel che conta di più e, per fruirne appieno, è necessario muoversi lentamente. Le sue parti integranti sono lo stesso mettersi in moto, l’interazione con gli elementi e le persone che si incontrano, l’osservazione dell’ambiente e dei luoghi attraversati. Gli inconvenienti e le sorprese, le condizioni meteorologiche. Tutto ciò che si sperimenta in un viaggio costituirà il patrimonio d’esperienza del viaggiatore, che alla fine scoprirà essersi arricchito in maniera inestimabile, per i più svariati motivi, che provo sommariamente ad elencare: nei suoi occhi saranno impresse le bellezze architettoniche e naturali; nella sua mente le difficoltà incontrate, la calma e serenità ritrovate, le soluzioni attuate; nel suo cuore, la maggiore generosità e forza che derivano dall’aver affrontato l’impresa ed una accresciuta fiducia in se stesso, conseguenza dell’aver concretamente e con successo affrontato prove impegnative.

Viaggiare per davvero è una preziosa occasione di crescita e ci obbliga ad abbandonare consolidate abitudini rimettendoci in gioco, non senza sacrificio; ci consente di variare la prospettiva usuale con cui valutiamo la vita per guadagnare molteplici punti di vista, acquisiti grazie al verificarsi di eventi diversi da loro e spesso sorprendenti.

Se la tecnologia non avesse creato opportunità così facili e allettanti per trasferirci da un luogo all’altro velocemente, insomma, oggi saremmo costretti a viaggiare tutti più lentamente e avremmo molti più veri viaggiatori e molte meno persone in cerca di facili ed effimere evasioni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in altro e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...