Da Torino a Finale Ligure – Tappa 3: Mendatica – Realdo

km 66
voto 9

La tappa più spettacolare del breve viaggio si rivela essere, come non di rado capita, anche la più difficile e faticosa, per via del dislivello affrontato.
Lunghe salite e ripide discese che sanno regalare bellissimi panorami, sospesi fra il mare da un lato e le cime innevate dall’altro. Ed è proprio questo il paesaggio che ci attende dopo essere passati per Rezzo ed esserci “arrampicati” ai 1387m del Passo Teglia: l’alta montagna si fronteggia con il mare in uno spazio che non ha limiti evidenti e lo sguardo dell’osservatore può perdersi sull’orizzonte marittimo o focalizzarsi su una cima imbiancata, su un bosco di conifere oppure sui numerosi tornanti che ci porteranno più in basso. Da qui possiamo vedere le due località di Molini di Triora e Triora, famose l’una per il pane e l’altra, secondo la tradizione, per le streghe… Perdiamo dunque quota fino ai soli 460m di Molini di Triora e ne riaquistiamo un po’ con i 780m di Triora che è segnalato, oltre che per le streghe, per essere uno dei borghi più belli d’Italia. Sicuramente interessante e antichissimo il suo centro storico; in particolare, la piazza centrale, con la chiesa e i portici, è accogliente e ha un’atmosfera millenaria.
Lasciato il nucleo abitato ci attende ancora una discreta salita, resa più difficile dalla fatica accumulata in precedenza, ma il paesaggio si fa veramente bello: la valle Argentina è stretta e selvaggia, con imponenti pareti verticali di roccia a strapiombo sul passaggio sottostante e fitti e odorosi boschi. Ad un certo punto spunta l’abitato di Realdo, adagiato su un altura rocciosa e, alle sue spalle e in tutta la loro imponenza, svettano cime più alte della catena alpina illumninate dagli ultimi raggi di sole del giorno, che fanno scintillare le nevi invernali.
Ad attenderci un altro rifugio alpino e un’abbondante cena, oltre ad una compagnia allargata con alcuni simpatici membri della comunità di Realdo, uomini “diversi” capaci di intrattenere, divertire e offrire punti di vista decisamente interessanti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cicloviaggi e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...