Cicloviaggio 2012 – tappa 16

Genova – Calizzano
Km 101

Sceso dal traghetto, mi affretto a lasciare Genova e mi dirigo verso Savona. Il super caldo dei giorni scorsi e’ un ricordo, cosi’ come le super pendenze, e cosi’ pedalo spedito fino a Finale Ligure, dopo aver scattato qualche foto alla sempre bella e medioevale Noli e aver pedalato sulle piste ciclabili ricavate dal vecchio percorso della ferrovia. Se tutto questo percorso fosse covertito in ciclabile, la Liguria si troverebbe ad avere fra le mani un gioiello per il turismo sostenibile lungo tutta la costa. Chissa’ se qualche amministratore locale riesce ad arrivarci, francamente ne dubito! A Finale prendo la statale 490 che sale, in modo piuttosto deciso, verso l’interno. Salgo un po’ e trovo la sorpresa della tappa odierna: Finalborgo, uno dei “borgi piu’ belli d’Italia” come recitano le insegne. Ed in effetti lo e’, racchiuso fra mura ben conservate, una bella pavimentazione in pietra e antiche case, alcune anche molto eleganti. Lo stato di conservazione non e’ perfetto come sulla costa, dove l’occhio pigro e viziato del turista moderno e’ disposto ad accettare con gran facilita’ solo cio’ chee’ tirato a lucido, ma e’ emblematico di una Liguria autentica, ricca di sorprese e, perche’ no, segreti da scoprire, con un po’ di curiosita’. Proseguo poi sulla 490 e auenta l’altitudine. A 500 m slm fa un po’ piu’ fresco ma l’erba, causa siccita’, e’ gialla anche qui, mentre gli alberi per fortua sono ancora elli verdi. Ai 1028 m del Colle del Melogno fa fresco e la discesa verso i 647 m di Calizzano e’ splendida: attraverso  un fitto bosco con alberi alti 15-20 metri, quasi buio, e numerosi ruscelli, alcuni particolarmente scenografici. Ci sono 21 gradi e un silenzio di tomba, sono quasi solo, a parte qualche auto che spezza la magia. A Calizzano trovo un borgo di origini medioevali ma abbastanza rimaneggiato, un bel campanile e, su suggerimento diun abitante o frequentatore abituale del luogo, visito una chiesetta molto antica, con statue del Gesu’ in legno, affreschi e le panche disposte lungo i due lati piu’ lunghi, orientate verso il corridoio centrale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cicloviaggi. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Cicloviaggio 2012 – tappa 16

  1. Pingback: Costa ligure ed entroterra – 28 marzo 2015 | Cicloturismo e oltre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...