Tappa 13 – Arezzo – Perugia

Km 115

Lasciata Arezzo, il paesaggio diventa collinare e boscoso, con torrenti e temperatura piacevole. L’arrivo ad Anghiari avviene in un contesto collinare, con campi coltivati, anche a girasole, e vedute dall’alto che mozzerebbero il fiato a chiunque, se solo non mi fossi praticamente abituato a tanta bellezza. Anghiari, citta’ medioevale, delle battaglie e autobiografica, come recitano le insegne, rappresenta un tuffo nel passato. Notevole anche il passaggio al coperto che consentiva di uscire dalle mura, in gran parte intatte. E bella la galleria, datata 1889, che mi ricorda la mia citta’, Torino. La vista e’ su Sansepolcro, che raggiungo passando in una pianura in cui ci fu un combattimento molto importante nel 1440. Tra Anghiari e Sansepolcro attraverso il Tevere, qui in versione “baby” :). Dopo pochi km entro in Umbria, sempre in un contesto collinare. Il primo “incontro”, notevole, che faccio e’ Citta’ di Castello, che ha un centro storico davvero caratteristico e piuttosto grosso, con alcune viuzze strette, lastricate in pietra e dotate di archi di congiungimento fra le case molto suggestive. Segue poi una lunga traversata fino a Perugia, dove pernotto in un albergo del centro e dove, credo, rimarro’ anche domani, 14 agosto. La citta’ sembra splendida.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cicloviaggi. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Tappa 13 – Arezzo – Perugia

  1. Eros Montagnani ha detto:

    Ciao Fabio, ho dato un’occhiata ai tuoi bellissimi cicloviaggi che hai fatto in Italia e volevo chiederti un paio d’informazioni.
    L’anno prossimo a partire dalla metà di luglio, vorrei intraprendere con degli amici, un tour in bici nelle regioni Umbria e Marche. Il cicloviaggio durerà 16 giorni e la partenza e l’arrivo gli ho fissati a Firenze. (Utilizzerò come di consuetudine il mio navigatore GPS Oregon 600).
    Le città che vorrei visitare con questo gruppo di amici sono parecchie: Firenze, Arezzo, Perugia, Todi, Orvieto, Terni, Spoleto, Norcia, Gubbio, Città di Castello, Urbino, Fabriano, Matelica Acquasanta Terme, Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto, Fermo, Macerata, Loreto, Ancona, Fano, Pesaro e l’arrivo sarà di nuovo la città di Firenze. Da lì poi con il treno partiremo per Monaco di Baviera e torneremo a casa.

    Ho letto che tu sei già stato in queste 2 regioni e volevo chiederti se hai trovato piste ciclabili oppure percorsi adatti alle biciclette. Puoi consigliarmi delle guide oppure libri specifici?
    Un’altra informazione che vorrei chiederti riguarda i camping.
    Vorrei pernottare dove sia possibile in campeggi oppure anche in agriturismi che dispongano di strutture semplici ma funzionanti. Nel caso dovesse piovere alloggeremo in pensioni o B&B.
    Hai informazioni in merito?

    Grazie mille per la tua cortese risposta
    e saluti
    Eros

    • Fabio Saracino ha detto:

      Ciao Eros, non ci sono piste ciclabili, ad eccezione della costa. Tuttavia gli automobilisti umbri e marchigiani sono tranquilli e rispettosi. Io ho dormito nei campeggi, semplici, economici, poco affollati quelli dell’interno, che prediligo, mentre sulla costa dovrai fare più attenzione ai prezzi e alla maggiore frequentazione, con tutti i disagi che comporta. Ho dormito anche in B&B ottimi e sui 30 euro, ma solo nell’entroterra (es. a Matelica). Cibo fantastico, vi consiglio di dedicarvi a questo aspetto e non ve ne pentirete. Come guide, l’unica è quella della Lonely Planet. Ciao

      • Eros Montagnani ha detto:

        Ciao Fabio, ti ringrazio per la tua cortese risposta. Non ti preoccupare il tema cibo nei nostri cicloviaggi figura sempre nella prima posizione.
        Che tu sappia nel caso il tempo facesse i capricci c’è la possibilità di proseguire il viaggio con il bus? Hai notato se le corriere sono dotate di rimorchi per il trasporto delle bici?
        Belle le foto dei tuoi viaggi…
        Ecco alcune impressioni delle mie ultime “biciclettate”:
        Austria 2014: http://1drv.ms/1nockae
        Romania 2013: http://1drv.ms/1rRamzr
        Repubblica Ceca 2013: http://1drv.ms/1nocLBp
        Un carissimo saluto da Zurigo!
        Eros

      • Fabio Saracino ha detto:

        Non ho notato bus dotati di rimorchi, ma comunque, salvo inclemenza esagerata del clima, come quest’anno, non dovreste incontrare lunghi periodi di maltempo in quelle zone.
        Grazie per i complimenti e buon divertimento! Vedrai che quei posti ti conquisteranno, come è successo a me. Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...