Tappa 8 – Vada – Piombino

Km 114

Il riposo mi ha fatto bene e, lasciato il campeggio, torno a Cecina, che ho visitato ieri, per scattare qualche foto. La cittadina in realta’ non ha nulla di speciale ma quando si sta bene tutto si apprezza di più; la parte antica e’ composta da casette semplici e dai bei colori. Mi dirigo poi verso Donoratico dove abbandonero’ momentaneamente la costa per visitare alcuni posti colllinari che si preannunciano molto belli. Tuttavia non mi accorgo di superare Donoratico e quando lo capisco ho percorso 8 km; torno indietro al bivio per Castagneto Carducci e prendo la strada giusta, con 16 km extra guadagnati per una distrazione. Superato questo borgo, adagiato a 190 m slm su una collina, proseguo per Sassetta, a 330 m di altitudine. Entrambi i borghi sono piuttosto belli e prediligo il secondo. A Sassetta commetto un nuovo errore: non proseguo per Suvereto ma per la direzione opposta! Questa volta il danno e’ piu’ grave perche’ devo recuperare anche un bel po’ di altitudine oltre ad altri 8 km. Finalmente arrivo a Suvereto, una splendida cittadina medioevale con strade strette e tortuose, case antichissime e chiesette. A causa degli errori si e’ fatto tardi, vorrei andare a Populonia ma la paura di non trovare li’ un posto dove dormire mi spinge a Piombino, cittadina di mare piuttosto vivace, che ha un aspetto antico e vissuto nel centro, ma moderno fuori.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cicloviaggi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...